lunedì 18 febbraio 2013

Elezioni, vuoti gli spazi delle affissioni

Leggiamo da “You reporter”
Dal sedile del taxi si nota una cosa mai vista prima.
A meno di una settimana dalle elezioni, ci sono spazi vuoti ovunque in città dove si possono affiggere manifesti elettorali.
Se consideriamo che i signori della casta politica non pagano neanche l’imposta comunale sulle affissioni (i privati pagano eccome) pubblicitarie delle campagne elettorali, significa che anche la casta è in "difficoltà"...

Da “Ttnews24”
Mancano 20 giorni alla fine della campagna elettorale e, al di là dei dibattiti in tv, nessuno se n’è ancora accorto. Pochissimi, quasi nessuno, i big arrivati sul territorio ma a sorpresa spazi di pubblica affissione completamente vuoti. Nella storia recente del paese non si ricorda una tale paradossale situazione dalla quale sembra quasi che i partiti siano talmente poco interessati ai cittadini da non chiedere più neanche il voto attraverso i manifesti.
Da cosa deriva tutto questo? Semplice. Da una legge elettorale che ha tolto ai cittadini il diritto di scegliere i propri rappresentanti con la sola populistica possibilità di optare quel un partito e da partiti che nonostante sia siano rinnovati in vario modo sono oggi come mai distanti dai cittadini e dalle loro esigenze.

e da “Politica in penisola”
Campagna elettorale: finita l’epoca delle “lotte per i manifesti”.
A rimpiangere le vecchie campagne elettorali sono soprattutto le tipografie che in tempo di elezioni stampavano senza soste ogni tipo di materiale: manifesti, santini, volantini, fac-simile, brochure e tutto quanto altro i candidati utilizzavano per promuoversi presso gli elettori e mantenere vivo il ricordo del partito, del nome, della scheda di voto.

Questa mattina, l’ineffabile Marco Presta, dal Ruggito del Coniglio su Rai2,  parlando proprio di questa insolita situazione ha declamato 
CCA’ NISCIUNO E’ AFFISSO” citando inconsapevole una nostra campagna realizzata negli anni 90 per una società di controllo delle affissioni.

Eccola qui, vent’anni e non li dimostra.




2 commenti:

Domenico Stragapede ha detto...

Come curr 'u tiempo!

Susanna ha detto...

Parla pe' tte, guaglione.